La tradizionale indagine svolta da Finat, associazione europea dei produttori di etichette autoadesive, ha messo in mostra che questo settore gode di buona salute e continua crescere raggiungendo ottimi livelli nel corso del 2017, ben al disopra dei dati di fatturato che si registravano prima della crisi economica internazionale dell’anno 2008.

Alla rilevazione dei dati hanno partecipato oltre 100 etichettifici sparsi per tutta l’Europa ed i risultati sono stati pubblicati sull’ultima edizione di Finat Radar.

I dati evidenziano, per l’anno 2017, un trend di crescita in tutte le aree geografiche dell’Europa anche se gli incrementi sono inferiori a quelli dell’anno precedente.

Sulla base degli ultimi 5 anni si ricava un dato europeo di crescita media annua del 7.1% con l’est Europa e le isole britanniche che registrano tassi di incremento dei fatturati vicino alla doppia cifra.

Gli incrementi più bassi sono stati ottenuti in Scandinavia e nell’area definita Centro Europa che comprende Germania, Benelux, Austria e Svizzera.

Tutti i settori merceologici dei clienti hanno aumentato i consumi di etichette nel corso del 2017 con il settore ”automotive” e delle bevande che hanno dato le performance migliori.

I dati sono tratti dall’ultimo numero di Finat Radar pubblicato nel mese di Settembre 2018.

X